Forum di Valle Camonica: riaprite quegli stabilimenti

Il Forum Terzo Settore territoriale della Valcamonica esprime la sua solidarietà ai lavoratori del gruppo Riva del territorio come del resto d’Italia, chiedendo l’immediata riapertura degli stabilimenti.

LE PERSONE DEVO TORNARE A LAVORARE E GLI STABILIMENTI DEL GRUPPO RIVA DEVONO ESSERE RIAPERTI

Le soluzioni devono essere trovate ai livelli di responsabilità competenti: il Governo, il Parlamento, la magistratura e la proprietà. Il Forum è vicino e condivide la rabbia e la paura dei lavoratori degli stabilimenti Riva sia della Valle Camonica sia del resto d'Italia.

Ci interessa esprime la nostra solidarietà alle centinaia di persone dipendenti del gruppo Riva e
operanti negli stabilimenti chiusi ormai da troppi giorni.

Ci interessa che questo semplice comunicato vi faccia capire che non siete soli nella vostra giusta
battaglia e che anche noi proviamo a capire le vostre preoccupazioni e paure per il presente e il
futuro.

Ci interessa che chi può veramente risolvere la situazione si attivi con la massima priorità perché
questa è una questione di massima importanza, di dignità e giustizia.

Se la legge ha consentito di arrivare a questo punto, allora chi ha il compito di fare le leggi agisca
presto e chi deve fare rispettare la legge faccia altrettanto. La proprietà si assuma le sue
responsabilità.

Sappiamo che queste attività produttive sono sane, che le commesse ci sono e così le risorse
finanziarie. Le persone devono lavorare e ricavare così il proprio reddito.

Ieri abbiamo assistito a una parte dell'incontro tra lavoratori, organizzazioni sindacali e
amministratori pubblici locali e regionali. È impressionante come tante persone oneste si debbano
trovare in una situazione di preoccupazione così forte.

Parlando con alcuni operai lo sconforto è palpabile e la commozione è negli occhi e nella voce,
giustamente, rabbiosa.

Ci auguriamo una pronta soluzione e la ripresa delle attività lavorative.

Forum territoriale del Terzo Settore di Valle Camonica

Breno, 26/9/2013