Forum Provinciale del Terzo Settore di Monza e Brianza

Indirizzo e recapiti

 Indirizzo:

Forum Provinciale del Terzo Settore di Monza e Brianza
c/o Casa del Volontariato – Via Correggio, 59
20900 Monza (MB)

C.F. 94599160150

Email: forum@terzosettoremb.it
Sito web: www.terzosettoremb.it
Telefono: 039.2848308

Data di costituzione: 28/06/2005

Referenti

Portavoce: Roberto D’Alessio dal 09 luglio 2019 – roberto.dalessio@terzosettoremb.it
Segreteria: Mario Geraci

Associazioni aderenti (aprile 2021): 

ACLI Milano Monza e Brianza, ANTEAS Brianza, ARCI Milano, Ass. CADOM, Ass. Casa del Volontariato, Ass. Vivere Aiutando a Vivere, AUSER Brianza, AVIS Prov.le Monza e Brianza, Caritas decanato di Monza, Consorzio Comunità Brianza Coop. Soc., Consorzio CS&L Coop. Soc., Coop. Soc. Atipica, Coop. Soc. Diapason, Coop. Soc. La Grande Casa, Coop. Soc. Lambro, Coop. Soc. META, Coop. Soc. Novo Millennio, Coop. Soc. Solaris, Coop. Soc. Spazio Giovani, ConfCooperative Milano Navigli, Legacoop Lombardia, Fondazione Stefania, Il Mondo di Emma, Sociosfera, Natur& Onlus, URASAM, UISP Comitato Territoriale di Monza e Brianza, UNPLI Pro Loco Coordinamento Lombardia.

 

Descrizione

 Il Forum Provinciale del Terzo Settore di Monza e Brianza persegue lo scopo di:

 

  1. promuovere una società aperta, solidale ed inclusiva, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali, contribuendo a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. (art 2 e 3 Cost.)
  2. promuovere e valorizzare i processi di conoscenza, scambio e collaborazione tra le diverse organizzazioni, secondo i principi di pluralismo, democraticità e solidarietà ai quali esse si ispirano;
  3. favorire il reciproco arricchimento di idee, proposte, esperienze al fine di sostenere lo sviluppo del Terzo Settore, valorizzando l’attitudine delle organizzazioni che ne fanno parte a sostenersi l’un l’altra;
  4. impegnarsi in un progetto comune di crescita morale, culturale, civile, sociale ed economica dell’Italia, nella prospettiva di una sempre più compiuta integrazione europea;
  5. contribuire a ridefinire un sistema di Welfare ispirato ai principi di solidarietà, universalità e sussidiarietà, che riconosca e valorizzi la partecipazione dei cittadini, anche attraverso le organizzazioni di Terzo Settore;
  6. esprimere un continuativo e corale impegno per la legalità e contro il razzismo e per la lotta contro qualsiasi forma di esclusione e di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, il colore della pelle o l’origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l’appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l’età o l’orientamento sessuale.
  7. sostenere lo sviluppo degli enti del terzo settore, al fine di aumentare la disponibilità e la fruibilità per tutti i cittadini di servizi alla persona, culturali, sportivi, ambientali, di Welfare ed a creare nuova occupazione soprattutto per i soggetti deboli e svantaggiati;
  8. promuovere lo sviluppo di un nuovo sistema economico e finanziario, che si basi su principi di solidarietà, eticità, democraticità e trasparenza e che, ponendo la persona al centro della sua attività, si faccia carico di contrastare ogni squilibrio sociale, culturale e territoriale nel paese;
  9. promuovere lo sviluppo complessivo del Terzo Settore nelle sue svariate forme ed espressioni, anche attraverso strumenti e modalità di partenariato e di consultazione

 

Principali attività

Aumentare e valorizzare i processi di collaborazione tra le diverse organizzazioni; impegnarsi in un progetto comune di crescita; rappresentare gli interessi e le istanze comuni del Terzo Settore; contribuire a ridefinire un sistema di protezione sociale che si ispiri ai principi di solidarietà, universalismo e sussidiarietà; esprimere un continuativo e corale impegno per la legalità e per la lotta contro qualsiasi forma di esclusione; operare per lo sviluppo delle organizzazioni di volontariato e per la cittadinanza attiva; sostenere lo sviluppo dell’impresa sociale; favorire il rapporto pubblico/privato no profit.