Tagli al Fondo Sociale Regionale: l’allarme del Forum

Il Forum Terzo Settore Lombardia, chiede con forza, ai presidenti delle Commissioni Bilancio e Sanità il ripristino del Fondo Sociale Regionale, dopo i tagli previsti nel Bilancio della Regione Lombardia, recentamente approvato.

 

Il Forum Terzo Settore Lombardia chiede il rispristino della quota assegnata al Fondo Sociale Regionale 2014, almeno a quanto previsto nel 2013. Dopo l’approvazione del Bilancio della Regione Lombardia, mancano infatti all’appello 12 milioni.

Come si legge nella lettera inviata ad Alessandro Colucci (Presidente della Commissione Programmazione e Bilancio) e a Fabio Rizzi (Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociale)

“Il taglio effettuato, per quanto sia di “soli” 12 milioni di Euro, rappresenta invece un passo indietro dalle conseguenze pericolose: gran parte dei Comuni lombardi, con i bilanci ormai all’osso, non avranno la possibilità di compensare questi interventi con risorse proprie, impoverendo ulteriormente l’offerta di servizi e prestazioni volte proprio a prevenire forma di disagio sociale e sanitario la cui presa in carico comporta poi un maggiore onere di spesa a carico delle ASL. Gli Enti Locali si troveranno così costretti ad effettuare qualche forma di taglio. Per esperienza i primi interventi che vengono sacrificati sono quelli rivolti alle singole persone e famiglie che hanno minor peso contrattuale. Persone e famiglie che saranno costretti a compensare con risorse proprie, che però a loro volta sono sempre più scarse: persone e famiglie vedranno quindi aggravare la propria situazione di disagio e saranno costrette a rivolgersi al sistema dei servizi socioassistenziali e sociosanitari, vanificando in questo modo anche l’incremento delle risorse di questo capitolo di spesa previsto con l’istituzione del Fondo Famiglie.

L’auspicio è che il Consiglio Regionale possa rapidamente assumersi l’impegno di reintegrare queste risorse, permettendo così ai Comuni lombardi di programmare l’insieme di interventi sociali, necessari per fronteggiare le diverse situazioni di fragilità ed emergenza causata dalla crisi economica e sociale che stiamo vivendo.